lunedì 22 maggio 2017

Cantucci senza burro

Oggi niente perline e niente uncinetto...
Voglio condividere con voi una ricetta semplicissima che ho scoperto su Youtube! Dovete sapere che io non amo mangiare i dolci...a parte quelli secchi, come i biscotti e i cantucci :)

Con questa semplice ricetta riuscirete a fare dei cantucci leggeri, perché non contengono né burro né olio e soprattutto, occorrerà pochissimo tempo!

Via con gli ingredienti!
Facilissimi da regolare in base alla quantità che si vuole ottenere, si andranno a dosare in riferimento al numero di uova impiegate.

Per ogni UOVO si usano:
100 gr. di zucchero
100 gr. di farina
100 gr. di mandorle

Io preferisco lo zucchero di canna e la farina 0 (e non la 00).
Le mandorle possono essere messe intere o sbriciolate (o miste).
Se si vuole, si può aggiungere un pò di limone grattugiato o un goccio di anice.
Ho aggiunto anche un pizzico di lievito (io uso quello al cremor tartaro) per renderli un pochino più morbidi.
Insomma...ognuno si sbizzarrisce come vuole!


Sbattere le uova e lo zucchero con la frusta (io uso quella elettrica)

Aggiungere la farina

Mescolare con una forchetta o un cucchiaio

Aggiungere le mandorle

Nella teglia del forno ricoperta con la carta da forno, mettere l'impasto (col cucchiaio) creando dei filoncini. Saranno irregolari ma non ha importanza!
Cuocere per 15/20 minuti a 160/170°

Sfornare e tagliare con un coltello da pane.

Riposizionare i cantucci nella teglia e infornare per altri 7/8 minuti a 150°.
(il tempo varia in base a quanto li vogliamo indurire)

Sfornare!!
Per questa ricetta ringrazio Antonietta Cericola per aver fatto conoscere questa super ricetta super veloce!!


giovedì 18 maggio 2017

Auguri Gabriele! - un trenino con le perline da stirare

Il 14 maggio sono stata invitata, come tutti gli anni, a festeggiare il compleanno di Gabriele. Un bambino di otto anni (nonchè il figlio della mia carissima amica BettaScrap!!) che adora i treni!

Io non sono brava a fare i biglietti, ma chi mi conosce sa che adoro le perline da stirare!
All'improvviso....l'ispirazione :)
Perché non fare un "biglietto trenino"?

Quando ho consegnato il biglietto a Gabriele, è stato bellissimo ed emozionante vedere i suoi occhi sgranati dalla felicità! 
Continuava a tenere in mano il biglietto esclamando "Che bellooo!! Che bellooooo!".
Sono stata davvero contenta che gli sia piaciuto 😊



 


Retro del biglietto


Piegato e infiocchettato!
Partecipo al "Challenge di Maggio" del blog "Le tre Pazze Papere"



domenica 14 maggio 2017

Festa della mamma...presina semplice all'uncinetto!

Cosa regalate alla vostra mamma in questa giornata speciale?

Una crema, un profumo, un fiore....qualsiasi cosa, purché dirle che le vogliamo bene!

Io ho preferito creare un piccolo regalino con le mie mani, ma non essendo ancora super-esperta di uncinetto, avevo bisogno di un progetto semplice con punti semplici.

Ho preso dunque ispirazione dalla bravissima Chiara di "Per filo e segno" che ha realizzato la presina Rainbow, ovvero la presina arcobaleno.
Non avendo a disposizione tutti i colori, ho seguito la sua idea senza usare i colori dell'arcobaleno ma semplicemente quelli che avevo in casa.

Il risultato mi piace lo stesso :)
E soprattutto, è piaciuta molto alla mia mamma!!




Un semplice bigliettino, anche questo "handmade", per ricordarle che le voglio un mondo di bene!



Col permesso di Chiara, vi scrivo lo schema del suo tutorial ma per la procedura vi invito, come sempre, a seguire il suo video.

Utilizzate i colori che più vi piacciono e fate il cambio colore quando volete! Io ho usato un filato di cotone.

SCHEMA PRESINA

Anello magico con 8 mb
1 aum per ogni mb (16)
(cambio colore)
1 mb e 1 aum (24)
2 mm e 1 aum (32)
(cambio colore)
3 mb e 1 aum (40)
4 mb e 1 aum (48)
(cambio colore)
5 mb e 1 aum (56)
6 mb e 1 aum (64)
(cambio colore)
7 mb e 1 aum (72)
1 giro di 72 mb
8 mb e 1 aum (80)
1 giro di 80 mb
9 mb e 1 aum (88)
1 giro di 88 mb
Chiudere il lavoro con una maglia bassissima.

Eseguire lo stesso schema per realizzare un'altra presina di colore unico (nel mio caso l'ho realizzata bianca) che si andrà poi a unire con l'altra, eseguendo maglie basse.
Dopodiché si procede a creare il motivo "nuvoletta" nel bordo, iniziando nel primo punto con tre catenelle (che sostituisce una maglia alta e che faremo SOLO in questo punto) e nello stesso punto altre 5 maglie alte. 
Saltare due punti sottostanti (mb) e nel terzo punto fare una maglia bassa.
Saltare due punti sottostanti (mb) e nel terzo punto fare 6 maglie alte.

Eseguire questa sequenza fino al termine della circonferenza.

Vi consiglio, come sempre, di andare a vedere il video di "Per filo e segno" (mi rivolgo ovviamente alle "inesperte" come me !!!) per capire meglio la procedura.


sabato 6 maggio 2017

Mates! con le perline da stirare

Se dico MATES...sapete di chi sto parlando?

Chi ha figli adolescenti e pre-adolescenti lo sa benissimo!

E' un gruppo di quattro simpaticissimi ragazzi, quattro Youtuber 
seguiti da milioni di ragazzi!

I loro nomi sono St3pny, Surry, Anima e Vegas.

Sono un esempio fantastico per i ragazzi, perché "insegnano" ad amare la vita e la vera amicizia!
Hanno scritto anche un libro, "Veri amici", dove raccontano la loro storia e l'amicizia che li lega.

Eros si è divertito a creare la loro scritta usando le perline da stirare e aspetta il prossimo evento per regalarlo ad uno di loro personalmente! 








martedì 2 maggio 2017

Un portachiavi speciale...

Oggi un post speciale nel quale vi mostro un portachiavi a forma di cuore che ho realizzato con l'uncinetto.
L'ho dedicato, e regalato, ad una persona cara.
Un'amica particolare, Fabrizia. Non ci frequentiamo, non usciamo insieme...solo due semplici chiacchiere quando mi fermo nel suo negozio per acquistare squisiti cibi.
Sono dell'idea che ogni persona che si incontra nella propria vita, anche se non la si frequenta come tale, può essere definita "amica" se nel frangente in cui la vedi sa donarti attimi di pace, allegria o conforto. Una battuta per farti ridere, un abbraccio per salutarti ...sono gesti speciali, unici.

Fabrizia ha perso il suo papà qualche giorno fa. La prima cosa che mi è venuta in mente è creare un cuore per lei.
Poi, man mano che lo realizzavo, pensavo a come decorarlo.

Ed ecco le tre piccole cose che mi sono venute in mente...

un cuore, perché un papà resta nel proprio cuore
una stellina, perché è diventato una stella che veglia su di te
un campanellino, perché la voce del proprio papà resta impressa nei propri ricordi.



La soddisfazione più grande è stata quella di ricevere da Fabrizia questa foto su wathsapp!



Per realizzare questo cuoricino imbottito, ho usato un acrilico rosso con uncinetto 3,5. Imbottitura per amigurumi, un anello portachiavi e le decorazioni.
Ho prima creato due cuoricini piatti, dopodiché li ho cuciti insieme e prima di chiudere gli ultimi punti, ho imbottito.



Per realizzarlo ho seguito il videotutorial della bravissima MaryJ Handmade!